Le tavolette della libreria tessile distribuite dalla centrale del commercio equo Altra Qualità

Uno degli ultimi sviluppi per la libreria tessile e’ che le 240 tavolette importate nel 2012 sono ora distribuite dalla centrale del commercio equo Altra Qualita’ di Ferrara che ha molto a cuore le sorti dei produttori del Gandhi Rural Center.
Pertanto le botteghe del mondo possono richiedere ad Altra Qualità le tavolette di tessuti per “ricaricare la libreria tessile”….
Alessandra

dal sito di Altra Qualità

http://www.altraq.it/

Storie di tessuto: la libreria tessile
Stoffe a metraggio che celano storie, messe in una teca di legno che invece dei libri, raccoglie tessuti del Sud dell’In­dia. E’ la libreria tessile, un progetto nato per far conoscere e diffondere l’arte della tessitura a telaio manuale indiana e allo stesso tempo aiutare un’organizzazione di commer­cio equo, GRRC. Tutti gli scampoli sono in 100% cotone, tessuto a mano al telaio tradi­zionale e trattato con colori a basso impatto ambientale. Ogni tessuto ha una storia a sé e la racconta l’etichetta. Sono disponibili in set in colori assortiti, suddivisi tra set in tinta unita e set a righine. Ogni scam­polo misura 120×310 cm. Sono bellissimi da usare così o da trasformare in abiti, tovaglie, copricuscini e tutto ciò che la fantasia suggerisce.

http://www.altraq.it/product_info.php?manufacturers_id=184&page=5&products_id=15663

Gli abiti di Federica con i tessuti di Weavers Wheel

Cara Alessandra,

ti scrivo dopo un pò di tempo.
spero che tu stia bene.
qui ti ho allegato alcune foto dei miei vestiti (mi piacerebbe caricarle sulla pagina della Libreria Tessile, se si può fare, ma non so come) per far vedere quante cose si possono produrre e come possono continuare le storie di questi tessuti con l’amore per la produzione artigianale e l’interesse nella produzione di questi tessuti e per le persone che ne fanno parte.

A presto Alessandra, ti aspetto a Firenze.
Federica Giordano

 

 

I tessuti di Weavers’ Wheel per un progetto dei gas fiorentini: le borse regalo natalizie

Anche questo anno il gruppo irriducibile delle sarte dei gas fiorentini sta scaldando le macchine da cucire. 

Riparte, infatti, il progetto delle borse regalo natalizie autoprodotte promosso dall’Associazione Tatawelo insieme ai gas fiorentini.

Tanto per dare una idea del successo, l’anno scorso  sono state prodotte ben 350 borse!

Quest’anno la maggior parte delle borse sarà  fatta con i sacchi di juta del caffè e sarà cucita da Enza della cooperativa Pawahtun s.c.s. che gestisce anche la parte amministrativa della associazione Tatawelo da qualche mese.
Una parte delle borse sarà, invece, realizzata usando i tessuti del progetto Weavers’ Wheel  insieme a stoffe riciclate e cucendole in proprio con le nostre instancabili gasiste sarte.

Con questo progetto si sostengono progetti diversi:

– la Coop. Pawahtun (che ha come obiettivo l’ inserimento lavorativo e la riabilitazione sociale di ex detenuti di Torino, la gestione commerciale del Caffè Excelente Tatawelo – www.tatawelo.it)
– il Consorzio Solina (Parco produce – Abruzzo – www.laportadeiparchi.it)
– la Coop. Lavoro e Non Solo (Palermo – www.lavoroenonsolo.org)
– il Progetto Weavers’ Wheel (Sud India – libreriatessile.wordpress.com).

La linea tessile solidale INvestiRE

E’ finalmente entrata nella fase operativa la linea tessile solidale INvestiRE.
Dopo più di un anno di lavoro, tra incontri, nuovi partner entrati nel progetto ed anche grazie alla nascita del Gruppo Gas Tessile reggiano siamo partiti!

INvestiRE nel nostro futuro facendo acquisti responsabili in un settore chiave del nostro vivere: l’abbigliamento.

INvestiRE per mettersi nelle panni dei produttori, un’alleanza tra chi produce e chi acquista per affrontare insieme le sfide di oggi e di domani.

INvestiRE come Reggio Emilia, luogo fisico delle relazioni e degli scambi  tra una rete di soggetti dell’Economia Solidale, un circuito dove si sperimenterà un modo altro di fare economia.

LA CAMICIA GIUSTA
Fili come parole di un discorso che si intrecciano per creare capi speciali, unici e curati nei dettagli.
Una possibile risposta dal basso alla crisi produttiva che spinge i produttori italiani alla delocalizzazione, INvestiRE crea lavoro in Italia oltre che nei villaggi rurali del sud dell’India.
Disegnata e realizzata interamente a Reggio Emilia da artigiani tessili prestando la massima cura nello sviluppo e nel confezionamento.
La camicia dei Gas è una moda bella, giusta, equa e nonviolenta … un investimento per il nostro futuro.

TESSIAMO RELAZIONI
La linea tessile INvestiRE è una scommessa di sostenibilità: come Gas e come cittadini possiamo dare un’ulteriore opportunità all’Economia Solidale perchè faccia proprie le filiere convenzionali e le trasformi in filiere di giustizia.
La rete prende forma nella collaborazione e nel reciproco sostegno alla diverse comunità che la compongono, INvestiRE è il primo progetto a Reggio Emilia che mette insieme Gas e produttori per creare una collezione semplicemente unica.

VISITATE IL BLOG DI INvestiRE …

http://investire-tessile.blogspot.com/